Divinando
Offerta!

Terzavia Brut Metodo Classico 2016

29,00 19,90

Disponibilità:

60Disponibile

Descrizione breve

Confezione da 6 bottiglie da 750 ml cad.

Disponibile

Categories: , Tag: Produttore:
Condividi:

Terzavia Metodo Classico – 2014

 

Brut Nature Terre Siciliane IGP da uve Grillo

Marco De Bartoli: radici in evoluzione
La “terza via” del Grillo, uno spumante metodo classico che rappresenta la tradizione di un territorio in evoluzione, esaltando caratteri fino ad oggi inesplorati. Tradizione francese e spiccata personalità siciliana. Una varietà, quella del Grillo, che continua a stupire per la sua poliedricità e forza, in questa “Terzavia” capace di comunicare una terra fortemente vocata ai grandi vini.

Classificazione: Brut Nature, Terre Siciliane IGP

Varietà: Grillo 100%

Grado alcolico (% Vol): 11,5

Territorio: Sicilia occidentale, Contrada Samperi, Marsala (TP)

Superficie del vigneto (ha): 9

Età vigneto: oltre 30 anni

Terreno: calcareo, di medio impasto, tendente al sabbioso, pianeggiante

Sistema di allevamento: controspalliera Guyot; 3.500 ceppi per ettaro

Acidità: 6,78 g/l

Zuccheri riduttori: < 1 g/l

SO2 totale: 5 mg/l

Vendemmia: manuale in piccole casse, da fine agosto

Resa per ettaro (q): 60

Vinificazione del vino base: Le uve vengono raffreddate e sottoposte a una selezione dei grappoli. Segue una pressatura soffice diretta delle uve (intere) e, dopo la decantazione spontanea del mosto, si attende l’avvio della fermentazione in vasche di acciaio, per poi continuare in fusti di rovere francese (del 20% delle uve) a temperatura controllata in maniera indiretta, con climatizzazione dell’ambiente. La fermentazione è operata da lieviti indigeni e con un impiego minimo di solfiti

Tiraggio: (agosto 2016) Aggiunta di mosto fresco, sempre ottenuto da uve Grillo dell’annata successiva, presenti nello stesso vigneto, e seguendo lo stesso metodo per la vinificazione del vino base. Il mosto fresco viene aggiunto
al vino in quantità proporzionali tali da diluire il tenore in alcool e apportare la quantità di zucchero (naturale) necessaria alla presa di spuma. L’apporto di mosto non supera il 15%, per cui il vino rientra a pieno titolo nella categoria dei millesimati

Affinamento: il 50% del vino base affina 12 mesi in acciaio, mentre il restante 50% affina in recipienti di rovere francese, sui propri lieviti Dopo il tiraggio, almeno 18 mesi in bottiglia sempre sui propri lieviti

Sboccatura: a partire da fine aprile 2018

n° di bottiglie prodotte: 11.000

Prima annata: 2008

Abbinamento: da abbinare ad antipasti a base di crostacei o, a tutto pasto, sia con piatti della tradizione siciliana o con tartare di pesce, specie se di tonno rosso del Mediterraneo condito con pepe nero, sale delle saline di Trapani e timo fresco. Servire a 8 °C

Tag:
EN IT
X